Kyla
Kyla, “La roccia”, 25 marzo 1995 – 13 febbraio 2012.
Mi hai lasciato così come sei venuta al mondo, tra le braccia di chi ti amava. E’ stato il privilegio più grande averti avuto al mio fianco tutti questi anni. Sei stata l’inizio del mio sogno – la mia roccia – te ne sarò eternamente grata. La mamma di tutti e, per questo, avrò l’immensa fortuna di non averti persa per sempre.
Nei loro occhi vedrò il tuo sguardo sorridermi ancora . . .